Daniel Cereghetti, direttore del magazzino frigorifero

Daniel Cere­ghetti, diret­tore del magazzino frigo­rifero

Che funzione riveste esat­ta­mente da Bianchi?

Sono il diret­tore del magazzino frigo­rifero. Con il mio team preparo tutta la dispo­si­zione e gli ordini. Il mio team è composto da 20 persone che lavor­ano in tre turni.

Può descri­vere una Sua gior­nata?

Iniziamo alle 4 di mattina con il disbrigo degli ordini che sono stati fatti di notte.

Come vengono fatti gli ordini?

Per fax, tramite il webshop, per mail, dipende.

E poi?

Poi vengono tras­fe­riti nel nostro sistema. Noi visua­liz­ziamo gli ordini che vengono quindi evasi dietro. È un’area abbas­t­anza grande, è importante che i vari processi siano effi­ci­enti. Abbiamo specia­listi per ogni gruppo di prodotti, anche questo acce­lera i processi.

Quali sono le dimen­sioni del magazzino frigo­rifero?

Qui abbiamo circa 2500 spazi pallet, più altri circa 4000 spazi pallet esterni. Abbiamo anche cose speciali come per esem­pio le “celle per sushi” …

Le celle per sushi”?

Sì, per il tonno per sushi, le celle frigo­rifere vengono raffred­date fino a meno 60 gradi.

Perché?

Ogni pesce ha batteri che vengono elimi­nati a tempe­ra­ture sotto­zero così basse.

Quante tonnellate vengono tras­for­mate qui ogni giorno?

Sono circa 30 tonnellate al giorno …

… è tanto …

… sì e ci sono anche molti arti­coli in piccole unità. Qui lavo­r­iamo tutti con molta concen­tra­zione, in modo che si veri­fi­chino meno errori possi­bile durante l’imballaggio.

Succede spesso? Voglio dire, gli ordini arri­vano da quat­tro canali diversi e molti ordini sono in piccoli quan­ti­ta­tivi …

… non succede spesso ma succede, è chiaro.

E poi?

Se un ordine non viene fornito corret­tamente, lo andiamo a riti­rare lo stesso giorno e porti­amo la quan­tità ordi­nata. Natu­ral­mente non è posi­tivo per Bianchi nel caso singolo ma come ho detto: la percen­tuale delle forni­ture sbagliate è minima rispetto al volume totale.

Da quanto tempo lavora da Bianchi?

Sono qui dal 1999, da più di 18 anni quindi. Prima lavor­avo da FrigoS­wiss, dove mi occup­avo della gestione del magazzino. Nel comp­lesso lavoro attu­al­mente da circa 28 anni nella gestione della catena del freddo.

28 anni di gelo.

Ci si abitua. Non sono una persona alla quale piac­cia il caldo.

18 anni alla Bianchi, cosa signi­fica per Lei?

Bianchi è come una grande famiglia. Succede sempre qual­cosa, tutto è in movimento, cresciamo cost­an­te­mente, ogni passo è una sfida, non ci si annoia mai.

E cosa fa quando non lavora?

Sto a casa con la mia famiglia, con i miei cavalli, cani e anatre.

Va a cavallo?

Oggi non più. Ma abbiamo i cavalli già da più di 20 anni. Vogliamo che abbiano una bella vecchi­aia.

2018-03-12T10:40:06+00:00