Best of Swiss Gastro 2017: il vin­ci­to­re è «Toi et Moi». Congratulazioni!

Anche ques­t’an­no è sta­to asseg­na­to l’ap­p­rez­za­to pre­mio del pub­bli­co «Best of Swiss Gastro». Il «Toi et Moi» di Berna ha rice­vu­to il voto miglio­re con 50 000 valu­t­azio­ni ed è quin­di l’u­ni­ca azi­en­da prem­ia­ta che ha l’o­no­re di chia­mar­si «Master of 2017». Poiché «Toi et Moi», che fa par­te del­la Remimag Gastronomie AG, è nos­tro cli­en­te, e poi­ché Bianchi è uno degli spon­sor di «Best of Swiss Gastro», non abbia­mo volu­to rin­un­cia­re a una visi­ta per pre­sen­tar­vi ques­to loca­le crea­tivo e raffinato.

© Remimag Gastronomie AG

Situato sul­la Bahnhofsplatz, ma tut­t’al­t­ro che un ris­tor­an­te da sta­zio­ne, «Toi et Moi» col­pis­ce già all’in­gres­so: un genero­so alle­sti­men­to degli spa­zi, colo­ra­to e viva­ce, ric­co di det­ta­g­li accu­ra­ti. I viag­gia­to­ri posso­no per esem­pio anno­ta­re i loro ora­ri di tre­ni su una car­ta messa appo­si­tamen­te sul tavo­lo e di cui poi si tiene con­to in cuci­na. Sono ques­te «pic­co­lez­ze», che poi pic­co­le non sono, a ren­de­re spe­cia­le il «Toi et Moi». Ogni ango­lo del loca­le è un uni­ver­so a sé stan­te che ema­na per­so­na­li­tà e dedizione.

Loins vom Skrei mit einer Chimichurri-Marinade aus Minze, Petersilie und Basilikum, dazu scharfer Gurkensalat.

© Remimag Gastronomie AG

Il menù ris­pec­chia la varie­tà del­l’ar­re­da­men­to. Si ser­vo­no diver­si pia­t­ti clas­si­ci che però non sono affat­to noio­si: fre­schi e (anche qui) con la cura dei det­ta­g­li, ma sen­za inu­ti­li fron­zo­li. La pre­sen­ta­zio­ne dei pia­t­ti non è impro­ba­bi­le ma pre­ci­sa, con un toc­co di crea­ti­vi­tà. Per esem­pio il popola­re cor­don bleu è ser­vi­to con l’os­so, la pas­ta arric­chi­ta con pomo­do­ri sec­chi aro­ma­ti­ci, il pesce con un sapo­ri­to puré gial­lo di ceci.

Loins vom Skrei mit einer Chimichurri-Marinade aus Minze, Petersilie und Basilikum, dazu scharfer Gurkensalat.
Loins vom Skrei mit einer Chimichurri-Marinade aus Minze, Petersilie und Basilikum, dazu scharfer Gurkensalat.

Leggero ma squi­si­to: il «Toi et Moi» con­vin­ce su tut­ta la linea. L’unico nos­tro app­un­to al vas­soio Jumi di car­ne e form­ag­gio ser­vi­to in aper­tu­ra è che man­ca­va­no i nomi del­le varie­tà di car­ni e form­ag­gi. Gli anti­pas­ti era­no pic­co­li e squi­si­ti ma lascia­va­no abbast­an­za appe­ti­to per le por­ta­te princi­pa­li. Ogni piet­an­za è ser­vi­ta in un pia­t­to a par­te: il calei­do­scopio di for­me e colo­ri ripren­de la viva­ci­tà del­l’ap­proc­cio generale.

Loins vom Skrei mit einer Chimichurri-Marinade aus Minze, Petersilie und Basilikum, dazu scharfer Gurkensalat.
Loins vom Skrei mit einer Chimichurri-Marinade aus Minze, Petersilie und Basilikum, dazu scharfer Gurkensalat.

Anche il team è cor­dia­le e pre­mu­ro­so sen­za esse­re inva­den­te. Il diret­to­re Luca Atroce nono­stan­te il tram­bus­to del mez­zo­gior­no ha il tem­po di scam­bia­re qual­che paro­la e chie­de­re se il cibo è pia­ciu­to. Abbiamo chies­to che cosa gli pia­ce di più del suo pos­to di lavoro, e la ris­pos­ta è sta­ta: «È bel­lo, tut­to qui!» Sono anche fie­ri del pre­mio del pub­bli­co Best of Swiss Gastro per la cate­go­ria Classic, espos­to in tut­to il ris­tor­an­te; dopo la nos­tra visi­ta al «Toi et Moi», anche noi non abbia­mo dub­bi che sia pie­na­men­te meri­ta­to. Ne sia­mo un tan­ti­no fie­ri anche noi.