L’ultimo anel­lo …

Bianchi History, 3ª parte

Ogni gior­no a Zufikon e alt­ro­ve i col­la­bo­ra­to­ri di Bianchi met­to­no tut­to il loro impeg­no e know-how per dare alla cli­en­te­la sol­tan­to i pro­dot­ti miglio­ri. Si va dal­la scel­ta del­l’as­sor­ti­men­to al vaglio e con­ti­nuo con­trol­lo dei pro­dut­to­ri, dal­la lavor­a­zio­ne al con­fe­zio­na­men­to nel­la sede princi­pa­le, fino al cor­ret­to cari­ca­men­to negli olt­re 110 vei­co­li che con­segna­no ogni pro­dot­to in modo accu­ra­to e pun­tua­le. I nos­tri autis­ti e vei­co­li sono quin­di l’ul­ti­mo anel­lo del­la catena dei nos­tri ser­vi­zi alla cli­en­te­la, e pro­prio per ques­to una del­le più import­an­ti. Non è così sol­tan­to oggi: il set­to­re „con­segna“ è semp­re sta­to per noi importan­te, non meno del­la produzione.

Per ques­to ci ha fat­to par­ti­cola­rmen­te pia­ce­re scopri­re uno dei nos­tri vei­co­li in una vec­chia pub­bli­ci­tà del­l’a­zi­en­da di tras­por­ti pub­bli­ci di Zurigo. Bianchi è semp­re sta­to pre­sen­te nel­le stra­de del nos­tro paese.