COVID-19

Lettera aperta al Consiglio federale

All’attenzione del governo federale
Cancelleria federale sviz­zera
Palazzo federale ovest
3003 Berna

Destinatario: l’in­tero Consiglio federale
Copia: tutti i consigli nazio­nali e statali

Zufikon, 20 aprile 2020

Cari consi­glieri federali,

Chi siamo: Noi, G. Bianchi AG, siamo un’a­zi­enda a condu­zione fami­liare, un’a­zi­enda tradi-zionale. Da 139 anni siamo la quinta gene­ra­zione a gestire l’im­por­ta­zione, la lavor­a­zione e la vendita di pesce, carne e altri prodotti alimen­tari nell’area freschi e conge­lati. La nostra varie­gata clien­tela spazia da hotel a cinque stelle, ostelli della gioventù, ospe­dali, case per anziani, templi Michelin a taverne e mense dei villaggi. I nostri part­ner commer­ciali com-pren­dono oltre 14.000 aziende che forniamo ogni giorno in tutta la Svizzera. Ogni singolo cliente è importante per noi. Fin dalla nostra fonda­zione siamo stati preoc­cup­ati per i nostri dipen­denti, pagando i salari in tempo e in modo appro­priato. Sosteniamo questi valori, come una famiglia e un’a­zi­enda.

La nostra situa­zione: La decisione del Consiglio federale di giovedì 16 aprile 2020 ci ha scioc­cato. Un settore che ha oltre 200.000 posti di lavoro (esclusi tutti i forni­tori dalla catena del valore) è stato sempli­ce­mente omesso dalla vostra dichiara­zione. Per noi e per molte aziende del nostro settore, la vostra decisione signi­fica un taglio pesante, anzi esis-tenziale. La mancanza di chia­rezza, la mancanza di piani­fi­ca­zione con cui ci hanno lasciato alle spalle è grave per noi, per tutte le società di cate­ring e ci lascia impo­tenti. Per noi sopport­are pazi­en­te­mente il tempo della crisi Corona non è un’op­zione, la piani­fi­ca­zione estiva è resa impos­si­bile, il falli­mento inevi­ta­bilm­ente minac­cia nume­rosi ristor­anti, hotel e bar, che lasciano irre­sponsa­bilm­ente al loro destino, la morte econo­mica.

La nostra proposta: Un importante settore econo­mico come quello della ristora­zione e dell’ho­tel dipende da chiare decisioni di gestione, abbiamo biso­gno di un piano di crisi corona. Prevediamo che il Consiglio federale ries­ami­nerà il concetto di igiene e sicu­rezza nel settore della ristora­zione e lo appro­verà a breve. Prevediamo una comu­ni­ca­zione tras­pa­rente, un’e­qua coope­ra­zione, soprat­tutto in tempi di crisi, e richie­diamo un piano concreto per la riaper­tura di tutti i ristor­anti.

Chiediamo urgen­te­mente commenti e sugge­ri­menti costrut­tivi per la gastro­no­mia

Cordiali saluti

Luca Bianchi & Dario Bianchi

G. Bianchi AG
Allmendweg 6
5621 Zufikon